MDMA, The Movie

Nel 1998 Emanuel Sferios ha fondato DanceSafe, organizzazione non-profit che oggi conta 21 uffici locali in Nord-america e dedita alla “riduzione del danno e dei rischi” per chi fa uso di varie sostanze illegali in occasione di raves, festival musicali e altri eventi di massa. I volontari del gruppo distribuscono materiale informativo su rischi ed effetti delle “droghe”, offrono consigli e assistenza, e se qualcuno è alle prese con un “brutto viaggio” avviano una sorta di pronto soccorso psicologico, autogestito e compassionevole. Servizi analoghi a quelli offerti dai volontari dello Zendo Project, emanazione di Maps, che include un variegato team di 500 volontari (coetanei con un minimo di preparazione, tra cui ricercatori, psicoterapeuti, infermieri, esperti di salute olistica, ecc.) e ha pubblicato anche un utile manuale d’uso.

Ampliando quest’esperienza pioneristica, Sferios è ora impegnato, insieme al regista Johnny O’Hara, nella realizzazione di un documentario centrato sull’Ecstasy (meglio nota come Mdma), e in un’intervista con PsychedelicsToday racconta il percorso personale e collettivo alla base di questo nuovo progetto (si veda il trailer qui sopra).

Importante: è in corso la campagna di crowdfunding per raccogliere la somma necessaria a completare l’opera, fissata in 100.000 dollari in meno di un mese!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *